Curiosità dal mondo shiba.

Curiosità dal mondo shiba con notizie dei nostri amici a quattro zampe in giro per il mondo.

Shiba cakes.

Una torta per il nostro cane può avere tante forme, da quelle più tradizionali a quelle somiglianti alle sue prede: un osso, una zampa, un gatto, un’evento particolare, addirittura un suo giocattolo. ci si può proprio sbizzarrire e i giapponesi in questo sono dei maestri.

Dog day.

In Giappone le giornate che commemorano i cani sono due: il primo novembre (data fissa) e un giorno a scelta tra quelli di vacanza.

Il primo novembre si festeggia la giornata del cane che è un’invenzione dell’industria del cibo per cani giapponese.

Il giorno flessibile dedicato al cane invece proviene da una tradizione centenaria che trae origine dal calendario astrologico cinese. Il giorno del cane è spesso celebrato in forma individuale dalle donne incinte, dato che sia in Cina che in Giappone, il cane non è solo simbolo di fedeltà ma un auspicio per un parto indolore.

Le donne giapponesi celebrano il giorno del cane di giovedì, durante il quinto e il nono mese di gravidanza. Avvolgono una lunga fascia di cotone rossa e bianca con sopra un cucciolo ricamato intorno alla pancia, invocando quindi una nascita senza complicanze.

Possono celebrare il giorno del cane anche presso i santuari di Suitengu in tutto il paese. All’entrata del santuario vi è una statua di una cagna con un cucciolo. Si dice che toccare la testa del cucciolo sia di buon auspicio per il nascituro e per la sua famiglia.

 

Mame shiba.

In Giappone (ma anche negli USA) sta avendo grande successo, grazie anche ad una serie televisiva “il mame shiba inu” (mame in giapponese significa fagiolo).

E’ un tipo di shiba miniaturizzato che si può trovare nei negozi di animali ma non è riconosciuto da nessuna federazione e soprattutto i veri allevatori tengono a precisare che si tratta di una tipologia di shiba voluta solo a fini commerciali.

Si pensa che siano stati fatti degli accoppiamenti tra cani fortemente sotto taglia quindi fuori standard, se non addirittura affetti da disfunzioni della crescita. L’allevamento del mame shiba non tiene conto ne del carattere ne del temperamento, oltre che dei numerosi problemi di salute di cui possono soffrire queste razze miniaturizzate senza arte ne parte.

Shiba store.

In molte città giapponesi potete trovare negozi interamente dedicati allo shiba e a tutte le altre razze giapponesi. In vendita troverete accessori, specialità gustose per cani e ci sono anche dei disegnatori per strada pronti a ritrarvi con il vostro amico a quattro zampe.

In alcune città giapponesi i cani non sono ben accetti ovunque sul suolo quindi per ovviare al problema ecco che è nato il passeggino per cani oppure il cestino della bici. Si pensa che sia un buon metodo per portare in giro cuccioli ancora non completamente vaccinati, in modo da iniziare la socializzazione.

Li si può poi trattare da cani una volta arrivati in aree apposite, giardini e parchi per cani.

Shiba star.

Nel 2013 è uscito in Giappone un film che ha come protagonista uno shiba inu. I film giapponesi sui cani sono molto numerosi e questo, tratto da una storia vera, parla di una mamma shiba, Himawari, e dei suoi tre cuccioli.

La famiglia viene portata presso un centro di raccolta cani nella provincia di Miyazaki dopo il sisma del 2011. Purtroppo è successo per moltissimi cani, trovati a vagabondare nelle zone distrutte dal disastro nucleare di Fukushima e spesso, soppressi.

La storia si svolge nell’arco di 7 giorni durante i quali la mamma shiba lotterà con tutte le proprie forze per salvare i propri cuccioli da un destino crudele. L’amore e la dedizione con cui li proteggerà finiranno per colpire profondamente il personale che lavora al centro.

E’ stata raccontata in moltissime trasmissioni giapponesi e nel programma più importante del paese dedicato ai cani.

Uscito in Giappone nella primavera del 2013, in Italia per il momento non è ancora arrivato….un vero peccato!

________________________________________________________________________________

Un altro film giapponese uscito nel 1982, di nome Matagi, racconta la storia di un anziano cacciatore di orsi e del suo cane, uno shiba inu.

Racconta di un vecchio cacciatore che è alla ricerca di un grande orso. Il figlio più giovane ha passato molto tempo ad addestrare il loro shiba per farlo diventare un bravo cane da orso. Il film è stato girato come fosse un documentario e la trama è basata sull’omonimo romanzo.

A seguito dell’uscita del film in Giappone sono stati prodotti molti gadgets che raffigurano il cacciatore e lo shiba inu. Addirittura la Nike ha prodotto le scarpe del cacciatore di orsi (naturalmente solo per il Giappone).