Parchi di divertimento

Per chi vive in città e possiede un cane, non è mai facile trovare il luogo giusto per portare a spasso e giocare con il proprio amico a quattro zampe, soprattutto se si abita in appartamento. Per fortuna da qualche anno, anche in Italia, stanno comparendo sempre più parchi di divertimento per cani. Si tratta di zone non solo verdi, ma anche attrezzate per permettere all’animale di allenarsi, venire addestrato, nuotare e partecipare a circuiti di agility. Il modo migliore per rafforzare il rapporto con il proprio padrone.
Traffico, stress, mancanza di tempo, così il vostro amico a quattro zampe spesso rimane solo e deve accontentarsi di due o al massimo tre rapide uscite pomeridiane.
E allora, se volete regalarvi qualche ora di relax e allegria in un vero luna park per cani, eccovi alcuni consigli.

Cosa sono?

I parchi di divertimento per cani sono fondamentalmente aree ricreative appositamente progettate per far esercitare, rilassare e intrattenere il nostro migliore amico. Alcuni sono parchi verdi mentre altri sono dei parchi acquatici. Per frequentarli ci sono delle regole ben precise.

Aree per cani: quali sono le regole da osservare

Anche in queste aree vige la regola di raccogliere le deiezioni dei propri cani. Spesso troviamo non solo i cestini, ma anche i sacchetti, messi a disposizione dei cittadini dal comune per incentivare la raccolta.
In queste aree vanno introdotti solo cani in buona salute, regolarmente vaccinati e trattati con antiparassitari. Se la femmina è in calore, evitiamo di farla circolare nell’area, per tutto il periodo del calore.

Nell’area sono ammessi solo cani dotati di microchip. Se l’area è priva di protezioni, il cane deve avere una medaglietta con le indicazioni del proprietario incise sopra.
Evitiamo di introdurre cani aggressivi, poco socializzati, convalescenti o malati.
Se l’area ha le protezioni, facciamo attenzione quando entriamo e quando usciamo. Chiudiamo sempre il cancello. Una volta che il cane è entrato nell’area, lo possiamo slegare.

Non abbandoniamo mai i cani nell’area, allontanandoci, per andare a fare delle commissioni. I cani devono costantemente rimanere sotto il vigile controllo del proprietario.
I bambini non accompagnati da un’adulto non possono entrare, né con il loro cane né senza. Devono essere costantemente sotto la custodia di un adulto.
Se abbiamo un cane agitato, evitiamo che abbai in modo prolungato e ripetitivo. Se dovesse accadere, usciamo e rientriamo nell’area quando si sarà calmato.
Evitiamo di giocare con palline o bocconi in presenza di altri cani.
Anche nell’area cani è bene avere a portata di mano una museruola per ogni evenienza.

Regole non scritte

Al regolamento vero e proprio si affiancano delle semplici regole di comportamento, non scritte, che sarebbe bene tenerle sempre a mente.
Prima di entrare nelle aree per cani, chiediamo informazioni sui cani presenti e valutiamo se possono essere compatibili con il nostro animale.

Non accarezziamo i cani presenti nell’area senza chiedere il permesso al proprietario.
Evitiamo di dare da mangiare a cani che non conosciamo, e in ogni caso chiediamo sempre il permesso al proprietario.
Prima di entrare e prima di uscire, facciamo attenzione ai cani che sono presenti, per evitare che possano scappare quando ci accingiamo ad aprire il cancello. Se siamo nel dubbio, chiediamo aiuto al proprietario del cane.
Evitiamo di prendere in braccio il nostro cane in presenza di altri cani.

Se l’area è molto affollata, valutiamo se sia il caso o meno di entrare. Comunque, evitiamo di stare nell’area cani insieme agli altri proprietari, creando un drappello di persone: se i cani non si conoscono, potrebbero scoppiare liti legate alla difesa del territorio.
Non lasciamo che il cane faccia le buche. Se dovesse accadere, preoccupiamoci di coprirle subito, in modo da evitare incidenti, sia ai cani che ai proprietari che frequentano l’area.
Evitiamo di mangiare all’interno dell’area cani e di introdurre cibo in generale.
Se abbiamo un cucciolo, aspettiamo che abbia terminato tutti i vaccini prima di accedere all’area.

Come progettare un parco giochi per cani.

Il nostro amico a 4 zampe, ha necessità di correre e muoversi continuamente, per cui nasce l’esigenza di tenerlo all’esterno. Se si ha una casa grande, con un bel giardino, siete davvero fortunati. Il vostro fedele amico vi sarà di sicuro grato perché avrà a sua disposizione spazio all’aperto tutte le volte che lo desidera. Questo spazio deve essere un luogo tranquillo e protetto in cui il cane si possa sentire al sicuro, giocare e correre in totale libertà, per poter scaricare così tutte le sue energie e soprattutto il suo “stress”.

Poter correre liberamente sarà un vantaggio per il cane, sia per la sua salute che per il suo benessere psicofisico. Infatti, se questa attività, verrà svolta regolarmente, influenzerà in maniera positiva anche sul suo comportamento. Ricordatevi però, dovrà esserci sempre dell’acqua fresca in una ciotola messa in una zona ombreggiata del vostro giardino.

Sta a voi, arricchire il vostro giardino con vari giochi: agility, piscina, delle palline. Giocate con lui, cercate di non lasciarlo troppo tempo da solo.

Il vostro migliore amico vi ringrazierà a modo suo, dimostrando tutto il suo affetto possibile nei vostri confronti.